Corpo Speciale dei Controllori Comunali

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Il Corpo Speciale dei Controllori Comunali presso il Casino Municipale di Sanremo ha svolto storicamente un ruolo di fondamentale importanza per la regolarità del gioco e per la tutela del patrimonio aziendale. I cambiamenti nel mercato del gioco d’azzardo, l’introduzione di nuove tecnologie nella gestione dei giochi e nei sistemi di controllo richiedono, nell’ottica dell’efficienza dei costi, una riorganizzazione del Corpo Speciale dei Controllori Comunali. La riorganizzazione, necessaria per assicurare una maggiore efficacia nel controllo delle attività di gioco, dovrebbe riguardare non solo gli aspetti organizzativi e formativi ma anche alcuni aspetti regolamentari. Il Comune di Sanremo, anche con l’avvento della Casino S.p.A. non può fare a meno del Corpo Speciale dei Controllori Comunali. Pensare di affidare a terzi il servizio ispettivo svolto dal Corpo Speciale dei Controllori Comunali significa rinunciare a difendere gli interessi del Comune di Sanremo. Il Corpo Speciale dei Controllori Comunali ha storia, autonomia operativa, conoscenza tecnica dei giochi, cultura gestionale ed elevate capacità professionali di controllo. Per queste sue peculiarità positive, personaggi politici e istituzionali contigui con esponenti mafiosi hanno tentato, per fortuna senza successo, di sbarazzarsi del Corpo Speciale dei Controllori Comunali perché lo ritenevano un intralcio ai loro disegni criminali. Ancora oggi strani personaggi, senza alcun titolo, girano intorno ai centri decisionali del Comune di Sanremo e della Casino S.p.A. con lo scopo di sbaraccare, per interessi personali poco chiari, il Corpo Speciale dei Controllori Comunali o comunque per cambiarne la natura e i suoi compiti istituzionali.

Il Comune di Sanremo non può smantellare un po’ alla volta un patrimonio di conoscenze così importante per la regolarità delle attività di gioco nel Casino Municipale in nome degli equilibri di bilancio e di un’interpretazione sbagliata della legislazione sull’anticorruzione.

Il Comune di Sanremo potrebbe fare invece buone politiche di bilancio e buone politiche anticorruzione valorizzando il Corpo Speciale dei Controllori Comunali nei suoi compiti istituzionali di controllo della regolarità del gioco e di tutela dei proventi delle attività di gioco.

Il Corpo Speciale dei Controllori Comunali è parte integrante della dotazione organica del comune. È, a tutti gli effetti, un ufficio, ossia un complesso organizzato di persone fisiche preposte all’attività di controllo del gioco nel Casino Municipale con compiti specifici definiti in un apposito regolamento.

I compiti che svolgono i dipendenti comunali del Corpo Speciale dei Controllori Comunali presso il Casino Municipale, inclusi i dipendenti comunali che sono stati scelti con procedure selettive a seguito di specifici corsi di formazione in materia di gioco per integrare l’organico del Corpo Speciale dei Controllori Comunali e che effettuano i loro turni lavorativi di controllo presso il Casino Municipale in orario di lavoro straordinario, sono compiti compresi nei doveri di ufficio del Comune di Sanremo.

I compiti del Corpo Speciale dei Controllori Comunali, come si evince con chiarezza dal regolamento del Corpo Speciale di controllo del comune di Sanremo presso il Casino Municipale, dai bilanci comunali, dalla convenzione tra il Comune di Sanremo e la Casino S.p.A. approvata dal Ministero degli Interni e dalle delibere della Giunta comunale n. 406 del 19 luglio 2000 e n. 225 del 18 maggio 2010 e s.m.i., non sono compiti extra ufficio ma sono compiti istituzionali propri del Comune di Sanremo, titolare della concessione dell’esercizio del gioco d’azzardo.

I dipendenti comunali che effettuano i loro turni lavorativi di controllo presso il Casino Municipale in orario di lavoro straordinario, contrariamente a quanto sostenuto di recente dal Comune di Sanremo, in particolare nella determinazione dirigenziale n. 240 del 06/03/2015:

  • non svolgono una attività lavorativa occasionale ma integrano la carenza strutturale di personale del Corpo Speciale dei Controllori Comunali nel controllo delle slot e dei giochi tradizionali ed americani;
  • non svolgono funzioni di supporto ai controlli ma svolgono le funzioni proprie dei controllori comunali;
  • non svolgono una collaborazione occasionale ma svolgono a tutti gli effetti una prestazione lavorativa subordinata in orario di lavoro straordinario; nel rapporto di collaborazione occasionale le parti si trovano sullo stesso piano e non vi è vincolo di subordinazione e dipendenza; ne deriva che il datore non può vincolare il collaboratore a schemi e orari o esercitare poteri di direzione tipici del datore di lavoro nei contratti di lavoro subordinato; i dipendenti comunali hanno turni e orari di lavoro predeterminati, i loro compiti sono stabiliti dal regolamento e dagli ordini di servizio e il loro impiego deriva non da eventi occasionali ma dalla normale attività quotidiana di controllo dei giochi;
  • non svolgono la loro prestazione lavorativa di controllo delle attività di gioco presso il Casino Municipale per un’altra pubblica amministrazione o per un’impresa terza ma svolgono la loro attività di controllo dei giochi per il Comune di Sanremo.

Per i dipendenti comunali che effettuano dal 2000 i loro turni lavorativi di controllo presso il Casino Municipale in orario di lavoro straordinario, il Comune di Sanremo non ha mai parlato, in nessun atto deliberativo, di conferimento di incarichi extra ufficio previa autorizzazione ai sensi dell’art. 53 del d.lgs.165/2001.

Per quale ragione dal 2014, dopo 15 anni, a legislazione invariata, si è cominciato a modificare, l’assetto organizzativo, l’impostazione giuridica e la prassi nella gestione dei dipendenti comunali che svolgono sistematicamente i compiti e le funzioni istituzionali dei Controllori Comunali? È iniziato forse il processo di smantellamento del Corpo dei Controllori Comunali? Si vuole cambiare la natura e i compiti dei Controllori Comunali? Si vuole fare spazio, come lascia intendere la suddetta determinazione, al conferimento, peraltro non possibile considerate le professionalità interne al Comune, di incarichi a non dipendenti comunali? Si vogliono creare le condizioni per affidare il controllo dei giochi del Casino Municipale ad una società privata? Si vogliono affievolire i diritti acquisiti dei dipendenti? Si vogliono precarizzare i controlli dei giochi?

Sono preoccupazioni, visti gli atti comunali, più che legittime.

Il Comune di Sanremo, titolare della concessione all’esercizio dei giochi d’azzardo rilasciata dal Ministero dell’Interno, ha istituito il Corpo Speciale dei Controllori Comunali allo scopo di esercitare in ogni momento il controllo sull’andamento dell’esercizio del gioco e sulla conduzione della gestione del Casino Municipale sotto il profilo tecnico-funzionale, finanziario e morale. L’attività di controllo e di prevenzione è diretta in misura prevalente al regolare andamento dell’esercizio del gioco d’azzardo ed è finalizzata alla tutela degli interessi del Comune di Sanremo, alla salvaguardia del buon nome dell’Azienda ed alla tutela della fiducia che i frequentatori ripongono nella regolarità dello svolgimento e degli esiti del gioco.

La necessità di avere un Corpo Speciale dei Controllori Comunali che assicuri le finalità istitutive è più attuale che mai.

Il Corpo Speciale dei Controllori Comunali non va smantellato o indebolito ma salvaguardato, valorizzato e riorganizzato in modo più efficace ed efficiente.

La riorganizzazione del Corpo Speciale dei Controllori Comunali non può non tenere conto dei diritti acquisiti dai dipendenti che per anni hanno svolto, con sacrifici notevoli, i compiti e le funzioni istituzionali dei controllori comunali.